Skip to main content

CNFFP

COORDINAMENTO NAZIONALE FILIERA del FLOROVIVAISMO e del PAESAGGIO

Coordinamento

co·or·di·na·mén·to/
sostantivo maschile
1  Ordinamento elaborato per conseguire uno o più fini determinati. svolgere un lavoro di c." (Google)

Il coordinamento è il procedimento attraverso il quale si riduce in ordine un insieme così da costituire un tutto organico [1] .
Per coordinamento (o coordinazione) si intende la regolazione e gestione di elementi diversi affinché operino tra loro in modo coordinato, ossia integrato ed armonioso, con lo scopo di raggiungere un preciso obiettivo comune, o più d'uno; è il processo di integrare e/ o creare collegamenti fra parti differenti di un'organizzazione per conseguire una serie di obiettivi collettivi.
Di conseguenza, all'interno di qualunque struttura organizzata o gruppo sociale, gli individui incaricati di coordinare le risorse (soprattutto quelle umane, ovvero i componenti stessi della struttura) rivestono una grande importanza, poiché le loro scelte possono portare al successo o al mancato raggiungimento degli obiettivi.
Il termine può essere utilizzato in svariati ambiti, tra cui ad esempio quello giuridico, politico, aziendale o videoludico. (Wikipedia)

Domande e Risposte


Che cos’è il Coordinamento del Florovivaismo e della Filiera del Paesaggio?

Data di nascita 20 Novembre 2015
Giorno in cui presso Flormercati in Provincia di Brescia si riunirono una serie di rappresentanti dei maggiori poli produttivi, Distretti, Associazioni di Architetti del Paesaggio, Giardinieri, Sindacati d’impresa, per decidere di fare qualcosa che servisse a coordinare il dialogo con la politica di Governo per far comprendere l’importanza del settore.

Una nuova Associazione?

No, un coordinamento non può e non deve sostituirsi alle rappresentanze esistenti. Essendo composto già dai rappresentanti di Associazioni non può costituirsi come Associazione di Associazioni.

A cosa serve?

Scopo principale del Coordinamento è ascoltare le esigenze di ciascun rappresentante cercando, per quanto possibile, di trovare punti di condivisione da portare avanti con una voce corale. Sappiamo che la politica ci ha spesso ignorati dicendo che avevamo esigenze discordanti e che quindi non potevamo essere accontentati. Il Coordinamento vuol essere una sorta di direttore d’orchestra che accorda un coro composto da molti elementi. Si tratta esattamente di ciò che la politica ci chiede.

E se qualcuno non è d’accordo con la maggioranza?

Non succede assolutamente niente. Nel Coordinamento ognuno è libero di perseguire le proprie idee, anche se queste contrastano con le voci degli altri. Il Coordinamento cercherà, democraticamente, di valorizzare le decisione che la maggioranza deliberà, auspicando che questa possa comunque avere una utilità per la maggioranza delle rappresentanze.

Come funziona il Coordinamento?

Nella maniera più semplice e democratica, ognuno espone una sintesi delle proprie idee relative ad esigenze nazionali il più possibile condivisibili dagli altri.
Per esempio, la proposta di inserire il verde privato nel pacchetto degli incentivi della casa rappresenta un’azione che interessa la totalità dei rappresentati che partecipano al Coordinamento.
Il tutto deve avvenire con regolarità mensile, bimestrale o trimestrale, o a seconda delle esigenze della maggioranza dei rappresentanti. I tavoli si terranno in località facilmente raggiungibili da tutta Italia al fine di favorirne la partecipazione. La conduzione della discussione si baserà sempre e comunque sul reciproco rispetto nei confronti di ciascun rappresentante, anche nel caso si abbiano posizioni diverse. Il Coordinamento vuol essere una semplice forma, matura, di partecipazione democratica. Una volta che al tavolo vengono prese decisioni queste verranno portate, con un ‘unica voce Coordinamento Nazionale del Florovivaismo e della Filiera del Paesaggio ai tavoli della politica. Il Coordinamento s’impegna a fare in modo che la coralità di rappresentanza superi il 50% di quella di settore così da poter esercitare un’azione di buona lobby nei confronti delle proposte. (Abbiamo partecipato a tavoli di filiera con 80 o 90 rappresentanti, ognuno dei quali aveva da dire la sua. Arrivare a un tavolo con una larga maggioranza a sostegno di un progetto o di un’azione significa semplificare ed efficentare il funzionamento degli stessi tavoli politici e tecnici utilizzando il tempo risparmiato per una concreta progettualità).

Come si identifica?

Ufficialmente attraverso un sito internet www.cnffp.it che riporti queste stesse informazioni e al tempo stesso faccia comunicazione sulle azioni condivise. Farà testo la mail info@cnffp.it come recapito virtuale.

Quanto durerà?

Fintanto che il settore sentirà l’esigenza di coordinare idee e azioni per ottenere risultati il più possibile certi anziché lottare per sperare di ottenerli. Nel momento in cui non ci sarà più questa esigenza il Coordinamento si scioglierà in maniera naturale.

Chi c’è dietro al Coordinamento?

Le Associazioni e Distretti imprenditoriali della Filiera del Florovivaismo e del Paesaggio . E’ nato dalla volontà e dall’impegno di un piccolo gruppo di persone, con l’interesse in comune di far aumentare il consumo di piante e prodotti della floricoltura in Italia, far ripartire e migliorare l’efficienza delle opere a verde pubblico, far crescere la cultura del verde, incentivare il verde privato, migliorare attraverso il verde la qualità della vita. Il Coordinamento non ha colore politico, ne bandiera, ognuno conta quanto gli altri. Attraverso un dialogo civile si svolgeranno riunioni in cui ognuno ha il diritto di esprimere le esigenze del settore che rappresenta.


Due interrogazioni parlamentari in cui è citato il Coordinamento

Coordinemanto CNFFP


Il Coordinamento è composto da:

 

  • AIAPP
  • A.I.C.G.
  • ASPROFLOR COMUNI FIORITI
  • ASSOIRIDE
  • ASSOCIAZIONE FLOROVIVAISTI VENETI
  • ASSOCIAZIONE VIVAISTI ITALIANI
  • ASSOCIAZIONE GIARDINIERI REGGIO E MODENA
  • ASSOCIAZIONE PARCHI E GIARDINI D’ITALIA
  • ASSOFLOROLOMBARDIA
  • CIVIITALIA
  • CONSORZIO FLOROVIVAISTICO AMBIENTALE JONICO
  • DISTRETTO RURALE VIVAISTICO ORNAMENTALE DI PISTOIA
  • DISTRETTO PLANTAREGINA
  • DISTRETTO FLOROVIVAISTICO DELLA LIGURIA
  • FLORA TOSCANA
  • FLORVENETO
  • SIA
  • UGAI
  • UMBRAFLOR
Paesaggio chiama politica

Schede


Rassegna Stampa


Scrivici